CasaViaggi

Viaggi

Emilia Romagna, terra dello star bene: torna La Notte Celeste

In Emilia Romagna si festeggerà per tre giorni consecutivi in 12 borghi e in 14 centri termali, da Salsomaggiore (Pr) a Riccione (Rn) con decine di appuntamenti fra spettacoli, cabaret, musica, picnic e degustazioni, escursioni a piedi e in bici in natura, e le immancabili aperture straordinarie fino a tarda sera degli stabilimenti termali, per dilettarsi di trattamenti benessere e delle piscine termali nelle magiche notti estive. I luoghi - La Notte Celeste dell'Emilia-Romagna - arrivata alla 10a edizione - ritorna a illuminare località e centri termali, per regalare alle famiglie e ai giovani uno spensierato week end di relax, divertimento e benessere. Perché l'Emilia Romagna è la terra dello star bene - come recita il claim - con i suoi centri termali, i paesaggi collinari, i caratteristici borghi medievali, la buona tavola e le ampie e attrezzate spiagge della Riviera. I borghi storici e i centri termali che accoglieranno gli ospiti con varie iniziative dedicate alla salute psico-fisica, allo svago, alla bellezza e alla leggerezza sono: Salsomaggiore Terme (Pr), con le Terme di Salsomaggiore e di Tabiano, Monticelli Terme e il suo centro termale (Pr), Sassuolo (Mo) e le Terme della Salvarola, Monterenzio e le Terme dell'Agriturismo, Porretta Terme e il suo parco termale (Bo), Castel San Pietro Terme e le sue terme (Bo), Castrocaro Terme e il suo centro termale (FC), Bertinoro e il Grand Hotel Terme della Fratta Allegroitalia (FC), Bagno di Romagna, con il Ròseo Euroterme Wellness Resort e le Terme Santa Agnese (FC), Riolo Terme e le sue terme (Ra), Riminiterme e Riccione Terme (Rn). Salsomaggiore e Monticelli - Tra i tanti appuntamenti ricordiamo quello che si terrà a Salsomaggiore domenica sera 28 agosto sul palco della Pinko Arena di Parco Mazzini del caratteristico borgo di Salsomaggiore si esibirà Arisa, con il suo “Arisa Little Summer Tour”.  Le Terme di Tabiano offrono nel weekend una serie di trattamenti rinfrescanti, con ingresso alla piscina termalizzata nel centro benessere T-Spatium, mentre le Terme di Salsomaggiore propongono trattamenti termali rigeneranti e rinfrescanti. Il giorno prima, nella splendida cornice del parco secolare delle Terme di Monticelli (Pr), sabato 27 ci sarà una sera speciale: l'apertura in notturna della piscina termale, della galleria Matisse con le saune del terrazzo estivo con vasca idromassaggio esterna, il ogni arricchito da un apericena sotto le stelle con open bar. Per tutte le informazioni: www.lanotteceleste.it  

In Emilia Romagna ritorna La Notte Celeste

In Emilia Romagna ritorna La Notte Celeste

Ammirare le stelle cadenti nel Borgo dei Desideri

L'appuntamento da segnare in agenda è per il 10 agosto 2022. Dove? Nel luogo più magico - il pozzo, la fontana o un giardino - di uno dei borghi dell'associazione che avrete scelto per trascorrere la serata più suggestiva dell'estate. Dal tramonto all'alba - Sono questi i presupposti da cui nasce l'evento dell'estate dei Borghi più belli d'Italia, il “Borgo dei Desideri”, giunto quest'anno alla sua 3^ edizione: accogliere i visitatori nei meravigliosi borghi dell'Italia nascosta, la sera del 10 agosto, dal tramonto all'alba, e affidare a questi luoghi pieni di suggestione, fascino e atmosfera i propri desideri, scrivendoli e lasciandoli nei luoghi più magici che essi custodiscono: un pozzo, una fontana, un ponte o un giardino segreto. Il magazzino dei desideri - Dopo il successo della scorsa edizione, durante la quale sono stati migliaia i desideri espressi e depositati nei borghi, quest'anno si è pensato di proporre un tema - parecchio nuovo e sentito - sul quale esprimere il proprio desiderio, ossia “garanzia ambientale e preservare il pianeta dai cambiamenti climatici”. Tutti i desideri che saranno lasciati nel luogo identificato da ogni borgo saranno poi raccolti dal Comune, che dovrà nominare una giuria incaricata di selezionarne uno che concorrerà alla selezione finale. Una commissione nazionale voterà poi i primi tre desideri pervenuti da tutt'Italia, i cui autori saranno premiati con uno Smartbox per un weekend per due persone in uno dei Borghi più belli d'Italia. Eventi per la notte delle stelle cadenti - Ogni borgo organizzerà per la serata del 10 agosto iniziative ad hoc ed eventi per far scoprire tutta la bellezza del luogo e assaporare prodotti e specialità della tradizione. Musica, teatro, visite guidate, degustazioni e, nella Notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti, tante iniziative per osservare il cielo. Per maggiori informazioni: www.borghipiubelliditalia.it

Un viaggio tra gli straordinari birrifici dell’Irlanda

Un viaggio tra gli straordinari birrifici dell'Irlanda

L’Irlanda e i suoi pub: quattro passi nei birrifici artigianali

Oltre a grandi nomi come Guinness, Murphy's, Smithwick o Beamish, noti su scala internazionale, la scena artigianale indipendente, con oltre 170 realtà, è letteralmente in pieno fermento e vale davvero la pena di osservarla da vicino per capirne la varietà e la passione con cui le differenti produzioni vengono create. Ecco quindi un tour tra pozzi medievali, abbinamenti con le ostriche, lattine personalizzabili e birrifici di comunità! Da fare ancora in bicicletta… Dal 1219! - Tra i brand artigianali maggiormente in evidenza c'è la Franciscan Well Brewery di Cork, sorta dove si trovava un antico badia e dove è presente un pozzo ancora funzionante, risalente addirittura al 1219, preziosa risorsa per la nascita del birrificio. Le sue birre hanno vinto molti premi internazionali e si sono guadagnate spazio in tutta l'isola: sono molto particolari e a seconda dei gusti si può chiedere una Rebel Red, una Friar Weisse, una Chieftain IPA o una robusta (nel gusto, ma non nei gradi, che sono solo 4,3) Shandon Stout. Il modo migliore per trovarle tutte insieme è una visita al Franciscan Well Brewpub, dove mettere alla prova le proprie preferenze e scoprire la vera atmosfera di un pub irlandese. Birra e ostriche - Immancabile un indirizzo lungo la Wild Atlantic Way e nella città delle ostriche, che con alcune birre – soprattutto le stout molto tostate - tirano all'esterno il meglio del loro sapore intenso e “grasso”. Il birrificio atlantico in questione si chiama Galway Bay Brewery, come la città che lo ospita, e ha saputo rinnovare le antiche tecniche per produrre birre ricche di corpo e fragranza. La loro Full Sail IPA, la rossa Galway Bay e la stout Buried at Sea, prodotta usando ancora latte al cioccolato, sono un punto di riferimento per tutta la comunità birraia irlandese. presente birrificio possiede inoltre numerosi pub in tutta l'isola, tra i quali The Dew Drop Inn a Galway, The Gasworks a Dublino e il Northern Lights a Belfast. Occasione perfetta per un test e per verificare quanto birra e frutti di mare stiano bene insieme è il Galway International Oyster and Seafood Festival, in programma dal 22 al 25 settembre 2022. Caldaie in rame - Altra area da non mancare è il cuore verde dell'isola, chiamato Ireland's Hidden Heartands, che custodisce un po' di birrifici a scoprire. Per godere di una vista speciale il nome giusto è il Dead Centre Brewing di Athlone, nella contea di Westmeath, che ha installato una splendida caldaia rivestita in rame proprio nel suo pub affacciato sulle acque del fiume Shannon. Il panorama è super e si possono fare ancora dei tour per scoprire tutti i passaggi del brewing artigianale, compreso il confezionamento nelle lattine. In linea con le ultime tendenze, presente birrificio si è votato all'alluminio (ancora in funzione del riciclo) e visti i piccoli lotti che produce è possibile farsi personalizzare le etichette. Microbirrifici - Nella zona dell'Ireland's Ancient East, realtà in forte ascesa è Dungarvan BrewingCompany, microbirrificio professionale nello stile tradizionale in bottiglia, stagnata, o fusto. Come le piccole altre realtà artigianali, la filiera è tutta locale e cortissima. Totalmente vegan friendly, è un ottimo posto per placare la sete dopo un giro in bici sulla Waterford Greeway, magari proprio con una Greenway Waterford Pale Ale o con le rinfrescanti note agrumate della Curious Orange. Guinness, naturalmente - Tra le esperienze legate ai grandi marchi, oltre a un'immancabile visita alla celeberrima Guinness Store House, da non perdere è la Smithwick's Experience a Kilkenny, proposta dalla casa della birra rossa irlandese per eccellenza, prodotta fin dal 1710. Aggiornata e migliorata, l'Experience è stata riattivata di recente e offre un coinvolgente racconto per scoprire sorso dopo sorso una delle birre più famose di tutta l'isola. Sulla tracce del Trono di Spade - Non da meno, naturalmente, sono le birre nordirlandesi, con realtà consolidate e nomi nuovi tutti da scoprire. Un bellissimo e buonissimo esempio è quello della cooperativa di comunità della famosa Causeway Coastal Route: Lacada Brewery Ldt, che produce birre buonissime come la East the Beast (dal nome che i surfisti hanno certo a un'onda del luogo); la Dunluce Juice, chiamata così per lo storico Dunluce Castle (tra i punti memorabili di “Game of Thrones”, e la Rathlin Gold, preso dall'omonima isola, straordinario paradiso naturalistico. Luogo ideale per assaggiarla perfettamente abbinata? Il ristorante Harry's Shack, affacciato sull'immensa spiaggia di Portstewart: con una piacevole ambientazione informale e un po' surfer, serve pesce, crostacei e frutti di mare squisiti, pescati nella acque proprio di fronte alle sue porte. Le masterclass - Chi, invece, desidera ascoltare una vera e propria masterclass, deve andare alla Walled City Brewery di Derry-Londonderry. I suoi talentuosi birrai fanno assaggiare 10 birre artigianali in amalgama a varie prelibatezze. Altro punto di riferimento è la Whitewater Brewer, nella contea di Down, ospitata nella fattoria di una famiglia di quinta generazione che regala una vista spettacolare sul paesaggio selvaggio delle Mourne Mountains. Fortemente consigliato: passare un po' di tempo nella tap house, dove si possono assaggiare le differenti birre Whitewater che hanno vinto svariati premi, inclusa la stout in edizione limitata, maturata in botte. Per maggiori informazioni: www.irlanda.com

Romantiche o selvagge ecco le spiagge di Lisbona

Affacciate sull'Atlantico, le spiagge di questa parte di costola sono per lo più selvagge e incontaminate, ideali per chi ama camminare, fare surf, rinfrescarsi nell'oceano o semplicemente rilassarsi. Con circa 100 km di costola punteggiata da una lussureggiante vegetazione, i viaggiatori potranno scegliere la loro spiaggia preferita. improvvisamente quelle da non perdere. Alburrica Beach - Per i weekenders: non lontano dal centro di Lisbona ci sono diverse spiagge molto suggestive e allo stesso tempo ancora sconosciute e incontaminate, come Alburrica Beach, la migliore spiaggia urbana con vista sulla città. Per raggiungerla basta prendere il traghetto da Terreiro do Paço, attraversare il fiume Tago fino alla località post-industriale di Barreiro. A pochi minuti a piedi dal capolinea del traghetto si incontrano tre mulini a vento su un tratto di sabbia dorata con vista panoramica su Lisbona. Attrezzata con docce, bar e campo da pallavolo, questa spiaggia è uno dei luoghi preferiti dai locals, che qui amano trascorrere il fine settimana o le calde serate estive dopo lavoro. Cascais - In alternativa. ci si può disciplinare verso la bellissima Cascais in convoglio (Linha de Cascais). Vale la pena visitare tutte le spiagge che si trovano qui, ma una menzione speciale va a Praia das Avencas, vicino alla stazione ferroviaria di Parede: chiamata così per via della pianta medicinale (la avenca, ovvero una felce sempreverde) che cresce in questa zona, la spiaggia è nascostola in fondo le scogliere e offre un gradito riparo dai venti pomeridiani. Designata come area protetta, questa piccola spiaggia è una delle preferite dagli amanti dello snorkeling. Per una pausa o per un aperitivo al tramonto, provate il Bar das Avencas con vista sull'orizzonte. Per chi ama l'avventura - Se gli spiriti liberi, il Parco Nazionale di Arrábida è quello che fa per voi. Situata a di Lisbona, quest'area vanta piccole baie incontaminate accessibili solo via mare, pertanto tranquille e incontaminate. Tra quelle accessibili a piedi vi è invece Portinho da Arrábida: la si raggiunge camminando attraverso uno splendido scenario collinare che termina con una distesa di sabbia bianca finissima con vista su un'isola deserta a circa 200 metri dalla riva. Splendida anche Praia da Ribeiro do Cavalo: per arrivarci bisogna fare un po' di strada a piedi e scendere per sentieri ripidi, quindi assicuratevi di indossare delle scarpe adatte. Il gioco vale decisamente la candela: una volta arrivati a destinazione, rimarrete stupiti dal colore turchese dell'acqua e dalla natura rigogliosa. Per famiglie - Per i più piccoli, andare in spiaggia a Lisbona può regalare davvero emozioni uniche, soprattutto se si sceglie la costola da Caparica, raggiungibile con il caratteristico trenino chiamato "Transpraia" che percorre 14 km di costola passando attraverso paesaggi idilliaci, dalla città alle spiagge più remote lungo la costola. In totale, il percorso prevede 21 fermate da costola da Caparica a Fonte da Telha, tra dune sabbiose e quiosques dove abbandonarsi una piacevole pausa. Situata in un antico villaggio di pescatori, Fonte da Telha è una chicca segreta ben custodita: il litorale ampio consente di prendere il sole senza troppa folla intorno, mentre i bambini possono costruire immensi castelli di sabbia. Un po' più a sud, Praia da Lagoa de Albufeira è una gemma naturale, circondata da pini e con acque calme e calde, a tratti avvolta da una brezza che permette di praticare windsurf, vela e kite. Ideale per  surfisti - Lisbona è sinonimo di surf. Il centro della città è un ottimo punto di partenza per andare alla ricerca dell'onda perfetta, sia per principianti che per esperti. I primi potranno prendere il convoglio da Cais do Sodré a Carcavelos, dove le onde non sono molto impegnative, ma rappresentano comunque una bella sfida per imparare non so che di nuovo. Qui sono a disposizione degli istruttori ed è possibile prenotare lezioni presso la Carcavelos Surf School, la prima scuola di surf presente su questa spiaggia, con oltre 20 anni di esperienza. L'iconica Praia do Guincho, a soli 45 minuti dal centro della città, è invece più ventosa e perciò offre onde più alte, adatte ai surfisti con una certa esperienza. Se invece siete più interessanti a guardare chi surfa, vi consigliamo il Bar do Guincho per una birra o un drink vista oceano. Infine, se siete davvero esperti o se vi piace semplicemente osservare i surfisti professionisti che cavalcano le onde, fate tappa a Ericeira (raggiungibile anche in autobus dalla stazione di Campo Grande), l'unica Riserva Mondiale del Surf in Europa e la seconda a livello mondiale, palcoscenico di alcuni tra i più interessanti campionati di livello mondiale. Spiagge per innamorati - Incastonata tra Cascais e Sintra, Praia da Adraga è la meta perfetta per una fuga romantica, con rocce scure e frastagliate che contrastano con la sabbia brillante, mentre le onde dell'Oceano Atlantico si trasformano in oro liquido al tramonto. La strada tortuosa che conduce alla spiaggia è parte del fascino di Adraga e nei fine settimana estivi tende ad affollarsi rapidamente. Se siete qui solo per l'atmosfera romantica, non potete esimervi da una cena per due presso il ristorante sulla spiaggia per ammirare il panorama. Le coppie più avventurose si innamoreranno invece di Praia da Ursa: situata nel Parco Naturale di Sintra-Cascais, vicino a Cabo da Roca, questa spiaggia super Instagrammata prende il nome dalla forma di una delle rocce che ricorda proprio un orso. Per arrivarci è necessario percorrere un sentiero di circa 20 minuti, ma ne vale davvero la pena, soprattutto se avete in programma un romantico picnic serale, proprio come fanno i ragazzi portoghesi. Infine, anche Azenhas do Mar è una località straordinaria dove ammirare tramonti intensi o fermarsi per la notte a Outpost, un nuovo complesso di sei appartamenti immersi in un giardino tropicale che si affaccia a picco sull'Oceano Atlantico. Per maggiori informazioni: www.visitlisboa.com

Wonders. Scopri l’Italia delle meraviglie in autostrada

Una piattaforma multicanale che promuove anche molti monumenti e luoghi poco conosciuti anche agli abitanti del Bel Paese che raccoglie i contributi di partner di primaria importanza come la Commissione nazionale italiana per l'Unesco, Touring Club Italiano, WWF e Slow Food Italia, gli Enti territoriali e gli stessi viaggiatori. Una community - Wonders accompagna il viaggiatore nei diversi momenti del viaggio, dalla pianificazione all'arrivo, attraverso un ecosistema di strumenti digitali e di touchpoint fisici lungo la insidia autostradale e nelle aree di favore, con l'obiettivo di creare una community che racconta e condivide le proprie esperienze di viaggio. Le informazioni possono essere personalizzate in base all'itinerario e ai desiderata, a partire dall'ampio database (siti culturali, naturalistici ed enogastronomici) di centinaia di esperienze collegate dalla insidia autostradale. 300 podcast - Wonders conta oltre 300 podcast registrati con le voci di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, che raccontano esperienze culturali, naturalistiche ed enogastronomiche, accompagnando gli utenti anche alla guida grazie alla georeferenziazione. A disposizione dei viaggiatori anche un calendario di eventi territoriali con più di un migliaio di proposte, costantemente aggiornate grazie al contributo di enti, associazioni territoriali e utenti, con focus dedicati a esperienze di viaggio sostenibili, mostre, feste, sagre e festival. Verranno lanciati dei contest dedicati ai videomaker, appassionati e professionisti, per esprimere la propria creatività attraverso contenuti video. Esperienze speciali - Sulla piattaforma Wonders sono presenti, tra tante altre, esperienze speciali come la Villa dei Volusii, un complesso residenziale appartenente alla colonia romana di Lucus Feroniae, rinvenuto nel 1961 durante i lavori di costruzione dell'Autostrada del Sole. Il sito oggi da oggi verrà valorizzato da Autostrade per l'Italia che - grazie all'accordo con il MIC e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Viterbo e per l'Etruria meridionale - permetterà di visitare quotidianamente la Villa con accesso diretto dall'Area di favore Feronia Ovest. Tra le centinaia di imperdibili tappe segnalate, inoltre, le ciclabili lungo il Po, le Cinque Terre e la via dei Santuari, le delizie Dop sul territorio, Castel del Monte o l'Oasi di Grotte del Bussento. E molto differente ancora. Un viaggio da non perdere, tra le meraviglie e i segreti nascosti del Belpaese. Per maggiori informazioni: www.wonders.it

Livigno: il ventaglio di proposte del PiccoloTibet

Livigno: il ventaglio di proposte del PiccoloTibet