le dieci spiagge più belle e nascoste

Playa de Sotavento, Fuerteventura – Un tratto di sabbia dorata lungo nove chilometri che con la bassa marea si trasforma in una laguna cristallina. A Playa de Sotavento il sole permanente e le enormi piscine naturali create dal vento ne fanno un luogo di interminabili passeggiate e la spiaggia prediletta dagli appassionati di windsurf e kitesurf. Si trova a Costa Calma, sulla costa sudorientale di Fuerteventura, all’interno del Parco naturale di Jandia.  

Charco Azul, El Hierro – È uno dei posti più caratteristici e spettacolari in cui potersi tuffare. Situata nella baia di El Golfo, a El Hierro, si tratta di una piscina naturale di origine vulcanica immersa dalle acque dell’oceano. L’accesso a Charco Azul è consentito solamente a piedi, tramite un pontile che conduce direttamente alla roccia. Un luogo isolato, rilassante e pieno di energia.

La Concha, Fuerteventura – Sempre a Fuerteventura, la spiaggia di La Concha è uno spettacolo di sabbia bianca e acque cristalline che termina con una scogliera naturale a forma di cavallo. Si trova nella cittadina marinara di El Cotillo, nel nord-est dell’isola. Da visitare la sera, quando durante il crepuscolo il cielo si tinge da ocra a violetto nel giro di pochi minuti.

Playa Güi Güi, Gran Canaria – La meta ideale per sportivi e amanti della natura. Per accedere alla spiaggia di Güi Güi è necessario affrontare una lunga camminata che parte dal villaggio di Tasártico o arrivare in barca dal molo di Mogán. Nei mesi estivi, il litorale si riempie della sabbia fine propria del terreno vulcanico e con il bel tempo, dalla riva, è possibile scorgere la sagoma del Teide, il monte più alto della Spagna.

Playa de Echentive, La Palma  – Tra le spiagge più giovani dell’isola, si è formata nel 1971 dopo l’eruzione del vulcano Teneguía. Nel paesaggio che circonda il litorale della spiaggia di Echentive si nascondono diverse pozze naturali in cui è possibile fare il bagno anche nei giorni di mare mosso. Della stessa località fa parte la Fuente Santa, una sorgente di acque curative che si può raggiungere tramite i percorsi attorno alla spiaggia.

Playa de Nogales, La Palma – Montagne, sentieri e paesaggi di origine lavica. La spiaggia di Nogales racchiude in sé l’essenza dell’isola di La Palma. Situata nella località settentrionale di Puntallana, è circondata da una natura selvaggia e protetta da una scogliera che si affaccia sull’Atlantico. Caratteristica principale è la sabbia nera che durante il giorno cambia colore manifestandosi in toni azzurri e grigi. 

Las Conchas, La Graciosa – La Graciosa, vicino a Lanzarote, è l’isola meno abitata di tutto l’arcipelago. Qui, nella zona nordest, si trova Las Conchas, un tesoro di sabbia dorata e gradazioni di azzurro. Si può raggiungere facilmente, a piedi o in biciletta, partendo dal centro abitato passando per un sentiero con una favolosa vista sugli isolotti di Montaña Clara e Alegranza. 

Caleta del Mero, Lanzarote – È situata nel Comune di Haría, a nord di Lanzarote, in un’area composta da dune di sabbia bianca che accompagnano i visitatori fino alla riva. Si trova accanto alle spiagge di Las Cocinillas e Caletón Blanco, raggiungibili in pochi minuti. È possibile campeggiare a Caleta del Mero grazie ad un permesso del Cabildo de Lanzarote e trascorrere giornate di puro relax in compagnia del mare e della natura incontaminata. 

Playa de Antequera ad Anaga, Tenerife – Si nasconde tra i paesaggi del Parco Rurale di Anaga, in una delle zone più profonde di Tenerife. È una delle spiagge più difficili da raggiungere: l’unico modo per arrivare a Playa de Antequera è a piedi seguendo un tragitto di tre ore che parte da Igueste de San Andrés. L’alternativa è accedervi via mare.

Playa de Benijo, Tenerife – Solitudine, serenità e bellezza. Benijo è il punto d’arrivo di un percorso costeggiato da piante di alloro che si spegne nelle acque dell’Atlantico. Durante l’estate i granelli di sabbia vulcanica si ingrandiscono con l’arrivo della bassa marea e nelle giornate prive di vento fare il bagno in compagnia delle rocce che emergono dal mare è un’esperienza unica.

Per maggiori informazioni: www.ciaoisolecanarie.com
 

Playa de Sotavento, Fuerteventura – Un tratto di sabbia dorata lungo nove chilometri che con la bassa marea si trasforma in una laguna cristallina. A Playa de Sotavento il sole permanente e le enormi piscine naturali create dal vento ne fanno un luogo di interminabili passeggiate e la spiaggia prediletta dagli appassionati di windsurf e kitesurf. Si trova a Costa Calma, sulla costa sudorientale di Fuerteventura, all’interno del Parco naturale di Jandia.  

Charco Azul, El Hierro – È uno dei posti più caratteristici e spettacolari in cui potersi tuffare. Situata nella baia di El Golfo, a El Hierro, si tratta di una piscina naturale di origine vulcanica immersa dalle acque dell’oceano. L’accesso a Charco Azul è consentito solamente a piedi, tramite un pontile che conduce direttamente alla roccia. Un luogo isolato, rilassante e pieno di energia.

La Concha, Fuerteventura – Sempre a Fuerteventura, la spiaggia di La Concha è uno spettacolo di sabbia bianca e acque cristalline che termina con una scogliera naturale a forma di cavallo. Si trova nella cittadina marinara di El Cotillo, nel nord-est dell’isola. Da visitare la sera, quando durante il crepuscolo il cielo si tinge da ocra a violetto nel giro di pochi minuti.

Playa Güi Güi, Gran Canaria – La meta ideale per sportivi e amanti della natura. Per accedere alla spiaggia di Güi Güi è necessario affrontare una lunga camminata che parte dal villaggio di Tasártico o arrivare in barca dal molo di Mogán. Nei mesi estivi, il litorale si riempie della sabbia fine propria del terreno vulcanico e con il bel tempo, dalla riva, è possibile scorgere la sagoma del Teide, il monte più alto della Spagna.

Playa de Echentive, La Palma  – Tra le spiagge più giovani dell’isola, si è formata nel 1971 dopo l’eruzione del vulcano Teneguía. Nel paesaggio che circonda il litorale della spiaggia di Echentive si nascondono diverse pozze naturali in cui è possibile fare il bagno anche nei giorni di mare mosso. Della stessa località fa parte la Fuente Santa, una sorgente di acque curative che si può raggiungere tramite i percorsi attorno alla spiaggia.

Playa de Nogales, La Palma – Montagne, sentieri e paesaggi di origine lavica. La spiaggia di Nogales racchiude in sé l’essenza dell’isola di La Palma. Situata nella località settentrionale di Puntallana, è circondata da una natura selvaggia e protetta da una scogliera che si affaccia sull’Atlantico. Caratteristica principale è la sabbia nera che durante il giorno cambia colore manifestandosi in toni azzurri e grigi. 

Las Conchas, La Graciosa – La Graciosa, vicino a Lanzarote, è l’isola meno abitata di tutto l’arcipelago. Qui, nella zona nordest, si trova Las Conchas, un tesoro di sabbia dorata e gradazioni di azzurro. Si può raggiungere facilmente, a piedi o in biciletta, partendo dal centro abitato passando per un sentiero con una favolosa vista sugli isolotti di Montaña Clara e Alegranza. 

Caleta del Mero, Lanzarote – È situata nel Comune di Haría, a nord di Lanzarote, in un’area composta da dune di sabbia bianca che accompagnano i visitatori fino alla riva. Si trova accanto alle spiagge di Las Cocinillas e Caletón Blanco, raggiungibili in pochi minuti. È possibile campeggiare a Caleta del Mero grazie ad un permesso del Cabildo de Lanzarote e trascorrere giornate di puro relax in compagnia del mare e della natura incontaminata. 

Playa de Antequera ad Anaga, Tenerife – Si nasconde tra i paesaggi del Parco Rurale di Anaga, in una delle zone più profonde di Tenerife. È una delle spiagge più difficili da raggiungere: l’unico modo per arrivare a Playa de Antequera è a piedi seguendo un tragitto di tre ore che parte da Igueste de San Andrés. L’alternativa è accedervi via mare.

Playa de Benijo, Tenerife – Solitudine, serenità e bellezza. Benijo è il punto d’arrivo di un percorso costeggiato da piante di alloro che si spegne nelle acque dell’Atlantico. Durante l’estate i granelli di sabbia vulcanica si ingrandiscono con l’arrivo della bassa marea e nelle giornate prive di vento fare il bagno in compagnia delle rocce che emergono dal mare è un’esperienza unica.

Per maggiori informazioni: www.ciaoisolecanarie.com
 

More from author

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Advertismentspot_img

Ultimi Post

In Emilia Romagna ritorna La Notte Celeste

In Emilia Romagna ritorna La Notte Celeste

Emilia Romagna, terra dello star bene: torna La Notte Celeste

In Emilia Romagna si festeggerà per tre giorni consecutivi in 12 borghi e in 14 centri termali, da Salsomaggiore (Pr) a Riccione (Rn) con decine di appuntamenti fra spettacoli, cabaret, musica, picnic e degustazioni, escursioni a piedi e in bici in natura, e le immancabili aperture straordinarie fino a tarda sera degli stabilimenti termali, per dilettarsi di trattamenti benessere e delle piscine termali nelle magiche notti estive. I luoghi - La Notte Celeste dell'Emilia-Romagna - arrivata alla 10a edizione - ritorna a illuminare località e centri termali, per regalare alle famiglie e ai giovani uno spensierato week end di relax, divertimento e benessere. Perché l'Emilia Romagna è la terra dello star bene - come recita il claim - con i suoi centri termali, i paesaggi collinari, i caratteristici borghi medievali, la buona tavola e le ampie e attrezzate spiagge della Riviera. I borghi storici e i centri termali che accoglieranno gli ospiti con varie iniziative dedicate alla salute psico-fisica, allo svago, alla bellezza e alla leggerezza sono: Salsomaggiore Terme (Pr), con le Terme di Salsomaggiore e di Tabiano, Monticelli Terme e il suo centro termale (Pr), Sassuolo (Mo) e le Terme della Salvarola, Monterenzio e le Terme dell'Agriturismo, Porretta Terme e il suo parco termale (Bo), Castel San Pietro Terme e le sue terme (Bo), Castrocaro Terme e il suo centro termale (FC), Bertinoro e il Grand Hotel Terme della Fratta Allegroitalia (FC), Bagno di Romagna, con il Ròseo Euroterme Wellness Resort e le Terme Santa Agnese (FC), Riolo Terme e le sue terme (Ra), Riminiterme e Riccione Terme (Rn). Salsomaggiore e Monticelli - Tra i tanti appuntamenti ricordiamo quello che si terrà a Salsomaggiore domenica sera 28 agosto sul palco della Pinko Arena di Parco Mazzini del caratteristico borgo di Salsomaggiore si esibirà Arisa, con il suo “Arisa Little Summer Tour”.  Le Terme di Tabiano offrono nel weekend una serie di trattamenti rinfrescanti, con ingresso alla piscina termalizzata nel centro benessere T-Spatium, mentre le Terme di Salsomaggiore propongono trattamenti termali rigeneranti e rinfrescanti. Il giorno prima, nella splendida cornice del parco secolare delle Terme di Monticelli (Pr), sabato 27 ci sarà una sera speciale: l'apertura in notturna della piscina termale, della galleria Matisse con le saune del terrazzo estivo con vasca idromassaggio esterna, il ogni arricchito da un apericena sotto le stelle con open bar. Per tutte le informazioni: www.lanotteceleste.it  

Ammirare le stelle cadenti nel Borgo dei Desideri

L'appuntamento da segnare in agenda è per il 10 agosto 2022. Dove? Nel luogo più magico - il pozzo, la fontana o un giardino - di uno dei borghi dell'associazione che avrete scelto per trascorrere la serata più suggestiva dell'estate. Dal tramonto all'alba - Sono questi i presupposti da cui nasce l'evento dell'estate dei Borghi più belli d'Italia, il “Borgo dei Desideri”, giunto quest'anno alla sua 3^ edizione: accogliere i visitatori nei meravigliosi borghi dell'Italia nascosta, la sera del 10 agosto, dal tramonto all'alba, e affidare a questi luoghi pieni di suggestione, fascino e atmosfera i propri desideri, scrivendoli e lasciandoli nei luoghi più magici che essi custodiscono: un pozzo, una fontana, un ponte o un giardino segreto. Il magazzino dei desideri - Dopo il successo della scorsa edizione, durante la quale sono stati migliaia i desideri espressi e depositati nei borghi, quest'anno si è pensato di proporre un tema - parecchio nuovo e sentito - sul quale esprimere il proprio desiderio, ossia “garanzia ambientale e preservare il pianeta dai cambiamenti climatici”. Tutti i desideri che saranno lasciati nel luogo identificato da ogni borgo saranno poi raccolti dal Comune, che dovrà nominare una giuria incaricata di selezionarne uno che concorrerà alla selezione finale. Una commissione nazionale voterà poi i primi tre desideri pervenuti da tutt'Italia, i cui autori saranno premiati con uno Smartbox per un weekend per due persone in uno dei Borghi più belli d'Italia. Eventi per la notte delle stelle cadenti - Ogni borgo organizzerà per la serata del 10 agosto iniziative ad hoc ed eventi per far scoprire tutta la bellezza del luogo e assaporare prodotti e specialità della tradizione. Musica, teatro, visite guidate, degustazioni e, nella Notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti, tante iniziative per osservare il cielo. Per maggiori informazioni: www.borghipiubelliditalia.it