“Impressionante” tempesta invernale travolgerà gli Stati Uniti fino a sabato

Secondo i meteorologi venerdì, una tempesta invernale tentacolare di fine stagione avrebbe scaricato un miscuglio di precipitazioni in un ampio tratto degli Stati Uniti fino a sabato, sollevando preoccupazioni per condizioni di guida pericolose e interruzioni di corrente sparse.

Secondo il National Weather Service, circa 70 milioni di persone dall’Arizona al Tennessee e attraverso il Maine erano sotto una sorta di allerta meteorologica invernale. Ci si aspettava che l’interno nord-est avrebbe avuto la peggio dalla tempesta.

“È un sistema temporalesco piuttosto impressionante”, ha detto venerdì mattina Matthew Clay, un meteorologo del Servizio meteorologico di Burlington, in Virginia. “Per l’interno del New England, ci aspettiamo più o meno da 7 a 14 pollici di neve diffusa”.

La neve cade leggera dalle pianure meridionali al Wisconsin venerdì sul retro di un fronte freddo che attraversa gli Stati Uniti centrali, ha detto il servizio meteorologico. Quel fronte si rafforzerà, portando allo sviluppo di una significativa tempesta invernale attraverso le valli del Tennessee e dell’Ohio attraverso la parte orientale del paese questo fine settimana.

“Tassi di neve superiori a un pollice all’ora combinati con raffiche di vento produrranno neve soffiata e alla deriva”, ha affermato venerdì il Weather Prediction Center. “Ciò ridurrà notevolmente la visibilità e renderà condizioni di guida difficili o pericolose”.

Il National Weather Service di Flagstaff, in Arizona, ha anche avvertito la gente che i venti rafficati da nord-est sarebbero continuati fino a mezzogiorno di venerdì. “Alcune strade potrebbero essere coperte di neve e ghiacciate questa mattina, specialmente a est di Flagstaff”, ha avvertito il servizio. “Stai attento là fuori.”

Le aree del nord del Texas e del sud dell’Oklahoma avrebbero dovuto ricevere qualche centimetro di neve fino a venerdì mattina. Si prevedevano totali di neve simili per le aree intorno al Tennessee orientale fino a sabato sera e fino a cinque pollici di neve potrebbero cadere su porzioni del Kentucky.

Secondo i meteorologi, è stato più probabile che il nord-est abbia visto il peso maggiore di accumuli di neve. Le aree intorno ad Albany, New York, potevano vedere fino a quattro pollici di neve. Le città più a nord potevano vedere fino a 12 pollici. Nel Vermont, per gran parte dello stato erano previsti tra i sette ei 14 pollici.

“Ci aspettiamo condizioni di viaggio molto difficili durante il giorno di sabato e fino a sabato notte”, ha detto il signor Clay dell’alto nord-est. “Scoraggiamo i viaggi, a meno che non sia necessario, e ci prepariamo anche a interruzioni di corrente isolate poiché parte della neve che stiamo vivendo sarà bagnata”.

Un meteorologo ha affermato che non era insolito vedere un sistema temporalesco di fine inverno a marzo.

“Marzo è uno di quei mesi in cui ci sono alcuni anni in cui vediamo molta neve e ci sono alcuni anni in cui non vediamo quasi nulla”, ha detto venerdì Torry Gaucher, meteorologo del National Weather Service a Norton, Massachusetts .

“Tecnicamente, siamo in primavera meteorologica”, ha aggiunto. “Per quanto riguarda il calendario, abbiamo un altro mese prima che arrivi davvero la primavera.”

Le città più vicine alla costa, tra cui New York e Boston, avrebbero dovuto vedere un misto di pioggia e neve, con un accumulo significativamente inferiore. L’area di Boston potrebbe vedere almeno un pollice di neve sabato e domenica mattina.

La tempesta di questo fine settimana segue un modello di clima invernale attivo in gran parte della costa meridionale e orientale quest’anno.

All’inizio di gennaio, tempeste consecutive hanno creato condizioni di guida pericolose nel Medio Atlantico e nel nord-est, incluso un sistema meteorologico che ha bloccato centinaia di conducenti sull’Interstate 95 in Virginia per più di 24 ore. La tempesta ha intrappolato camionisti, studenti, famiglie e ogni fascia di pendolari, incluso il senatore Tim Kaine.

A metà gennaio, un’altra tempesta ha colpito il sud, uccidendo almeno due persone e lasciandone migliaia senza elettricità prima di spostarsi a nord e far cadere forti nevicate su parti del nord-est e del Canada. Un’altra tempesta di gennaio ha colpito la costa orientale, provocando migliaia di cancellazioni di voli e spingendo i governatori di New York e New Jersey a dichiarare lo stato di emergenza. Quella tempesta ha fatto cadere più di 30 pollici di neve in alcune parti del Massachusetts.

All’inizio di febbraio, un’altra tempesta ha colpito parti del Texas con neve e nevischio, interrompendo i viaggi e l’elettricità. Il governatore Greg Abbott lo ha definito “uno degli eventi a velo più significativi che abbiamo avuto nello stato del Texas in almeno diversi decenni”. Alla fine di febbraio è seguita un’altra tempesta, che ha sferzato il nord-est con un misto di neve, nevischio e pioggia.

Johnny Diaz ha contribuito alla segnalazione.

Secondo i meteorologi venerdì, una tempesta invernale tentacolare di fine stagione avrebbe scaricato un miscuglio di precipitazioni in un ampio tratto degli Stati Uniti fino a sabato, sollevando preoccupazioni per condizioni di guida pericolose e interruzioni di corrente sparse.

Secondo il National Weather Service, circa 70 milioni di persone dall’Arizona al Tennessee e attraverso il Maine erano sotto una sorta di allerta meteorologica invernale. Ci si aspettava che l’interno nord-est avrebbe avuto la peggio dalla tempesta.

“È un sistema temporalesco piuttosto impressionante”, ha detto venerdì mattina Matthew Clay, un meteorologo del Servizio meteorologico di Burlington, in Virginia. “Per l’interno del New England, ci aspettiamo più o meno da 7 a 14 pollici di neve diffusa”.

La neve cade leggera dalle pianure meridionali al Wisconsin venerdì sul retro di un fronte freddo che attraversa gli Stati Uniti centrali, ha detto il servizio meteorologico. Quel fronte si rafforzerà, portando allo sviluppo di una significativa tempesta invernale attraverso le valli del Tennessee e dell’Ohio attraverso la parte orientale del paese questo fine settimana.

“Tassi di neve superiori a un pollice all’ora combinati con raffiche di vento produrranno neve soffiata e alla deriva”, ha affermato venerdì il Weather Prediction Center. “Ciò ridurrà notevolmente la visibilità e renderà condizioni di guida difficili o pericolose”.

Il National Weather Service di Flagstaff, in Arizona, ha anche avvertito la gente che i venti rafficati da nord-est sarebbero continuati fino a mezzogiorno di venerdì. “Alcune strade potrebbero essere coperte di neve e ghiacciate questa mattina, specialmente a est di Flagstaff”, ha avvertito il servizio. “Stai attento là fuori.”

Le aree del nord del Texas e del sud dell’Oklahoma avrebbero dovuto ricevere qualche centimetro di neve fino a venerdì mattina. Si prevedevano totali di neve simili per le aree intorno al Tennessee orientale fino a sabato sera e fino a cinque pollici di neve potrebbero cadere su porzioni del Kentucky.

Secondo i meteorologi, è stato più probabile che il nord-est abbia visto il peso maggiore di accumuli di neve. Le aree intorno ad Albany, New York, potevano vedere fino a quattro pollici di neve. Le città più a nord potevano vedere fino a 12 pollici. Nel Vermont, per gran parte dello stato erano previsti tra i sette ei 14 pollici.

“Ci aspettiamo condizioni di viaggio molto difficili durante il giorno di sabato e fino a sabato notte”, ha detto il signor Clay dell’alto nord-est. “Scoraggiamo i viaggi, a meno che non sia necessario, e ci prepariamo anche a interruzioni di corrente isolate poiché parte della neve che stiamo vivendo sarà bagnata”.

Un meteorologo ha affermato che non era insolito vedere un sistema temporalesco di fine inverno a marzo.

“Marzo è uno di quei mesi in cui ci sono alcuni anni in cui vediamo molta neve e ci sono alcuni anni in cui non vediamo quasi nulla”, ha detto venerdì Torry Gaucher, meteorologo del National Weather Service a Norton, Massachusetts .

“Tecnicamente, siamo in primavera meteorologica”, ha aggiunto. “Per quanto riguarda il calendario, abbiamo un altro mese prima che arrivi davvero la primavera.”

Le città più vicine alla costa, tra cui New York e Boston, avrebbero dovuto vedere un misto di pioggia e neve, con un accumulo significativamente inferiore. L’area di Boston potrebbe vedere almeno un pollice di neve sabato e domenica mattina.

La tempesta di questo fine settimana segue un modello di clima invernale attivo in gran parte della costa meridionale e orientale quest’anno.

All’inizio di gennaio, tempeste consecutive hanno creato condizioni di guida pericolose nel Medio Atlantico e nel nord-est, incluso un sistema meteorologico che ha bloccato centinaia di conducenti sull’Interstate 95 in Virginia per più di 24 ore. La tempesta ha intrappolato camionisti, studenti, famiglie e ogni fascia di pendolari, incluso il senatore Tim Kaine.

A metà gennaio, un’altra tempesta ha colpito il sud, uccidendo almeno due persone e lasciandone migliaia senza elettricità prima di spostarsi a nord e far cadere forti nevicate su parti del nord-est e del Canada. Un’altra tempesta di gennaio ha colpito la costa orientale, provocando migliaia di cancellazioni di voli e spingendo i governatori di New York e New Jersey a dichiarare lo stato di emergenza. Quella tempesta ha fatto cadere più di 30 pollici di neve in alcune parti del Massachusetts.

All’inizio di febbraio, un’altra tempesta ha colpito parti del Texas con neve e nevischio, interrompendo i viaggi e l’elettricità. Il governatore Greg Abbott lo ha definito “uno degli eventi a velo più significativi che abbiamo avuto nello stato del Texas in almeno diversi decenni”. Alla fine di febbraio è seguita un’altra tempesta, che ha sferzato il nord-est con un misto di neve, nevischio e pioggia.

Johnny Diaz ha contribuito alla segnalazione.

More from author

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Advertismentspot_img

Ultimi Post

In Emilia Romagna ritorna La Notte Celeste

In Emilia Romagna ritorna La Notte Celeste

Emilia Romagna, terra dello star bene: torna La Notte Celeste

In Emilia Romagna si festeggerà per tre giorni consecutivi in 12 borghi e in 14 centri termali, da Salsomaggiore (Pr) a Riccione (Rn) con decine di appuntamenti fra spettacoli, cabaret, musica, picnic e degustazioni, escursioni a piedi e in bici in natura, e le immancabili aperture straordinarie fino a tarda sera degli stabilimenti termali, per dilettarsi di trattamenti benessere e delle piscine termali nelle magiche notti estive. I luoghi - La Notte Celeste dell'Emilia-Romagna - arrivata alla 10a edizione - ritorna a illuminare località e centri termali, per regalare alle famiglie e ai giovani uno spensierato week end di relax, divertimento e benessere. Perché l'Emilia Romagna è la terra dello star bene - come recita il claim - con i suoi centri termali, i paesaggi collinari, i caratteristici borghi medievali, la buona tavola e le ampie e attrezzate spiagge della Riviera. I borghi storici e i centri termali che accoglieranno gli ospiti con varie iniziative dedicate alla salute psico-fisica, allo svago, alla bellezza e alla leggerezza sono: Salsomaggiore Terme (Pr), con le Terme di Salsomaggiore e di Tabiano, Monticelli Terme e il suo centro termale (Pr), Sassuolo (Mo) e le Terme della Salvarola, Monterenzio e le Terme dell'Agriturismo, Porretta Terme e il suo parco termale (Bo), Castel San Pietro Terme e le sue terme (Bo), Castrocaro Terme e il suo centro termale (FC), Bertinoro e il Grand Hotel Terme della Fratta Allegroitalia (FC), Bagno di Romagna, con il Ròseo Euroterme Wellness Resort e le Terme Santa Agnese (FC), Riolo Terme e le sue terme (Ra), Riminiterme e Riccione Terme (Rn). Salsomaggiore e Monticelli - Tra i tanti appuntamenti ricordiamo quello che si terrà a Salsomaggiore domenica sera 28 agosto sul palco della Pinko Arena di Parco Mazzini del caratteristico borgo di Salsomaggiore si esibirà Arisa, con il suo “Arisa Little Summer Tour”.  Le Terme di Tabiano offrono nel weekend una serie di trattamenti rinfrescanti, con ingresso alla piscina termalizzata nel centro benessere T-Spatium, mentre le Terme di Salsomaggiore propongono trattamenti termali rigeneranti e rinfrescanti. Il giorno prima, nella splendida cornice del parco secolare delle Terme di Monticelli (Pr), sabato 27 ci sarà una sera speciale: l'apertura in notturna della piscina termale, della galleria Matisse con le saune del terrazzo estivo con vasca idromassaggio esterna, il ogni arricchito da un apericena sotto le stelle con open bar. Per tutte le informazioni: www.lanotteceleste.it  

Ammirare le stelle cadenti nel Borgo dei Desideri

L'appuntamento da segnare in agenda è per il 10 agosto 2022. Dove? Nel luogo più magico - il pozzo, la fontana o un giardino - di uno dei borghi dell'associazione che avrete scelto per trascorrere la serata più suggestiva dell'estate. Dal tramonto all'alba - Sono questi i presupposti da cui nasce l'evento dell'estate dei Borghi più belli d'Italia, il “Borgo dei Desideri”, giunto quest'anno alla sua 3^ edizione: accogliere i visitatori nei meravigliosi borghi dell'Italia nascosta, la sera del 10 agosto, dal tramonto all'alba, e affidare a questi luoghi pieni di suggestione, fascino e atmosfera i propri desideri, scrivendoli e lasciandoli nei luoghi più magici che essi custodiscono: un pozzo, una fontana, un ponte o un giardino segreto. Il magazzino dei desideri - Dopo il successo della scorsa edizione, durante la quale sono stati migliaia i desideri espressi e depositati nei borghi, quest'anno si è pensato di proporre un tema - parecchio nuovo e sentito - sul quale esprimere il proprio desiderio, ossia “garanzia ambientale e preservare il pianeta dai cambiamenti climatici”. Tutti i desideri che saranno lasciati nel luogo identificato da ogni borgo saranno poi raccolti dal Comune, che dovrà nominare una giuria incaricata di selezionarne uno che concorrerà alla selezione finale. Una commissione nazionale voterà poi i primi tre desideri pervenuti da tutt'Italia, i cui autori saranno premiati con uno Smartbox per un weekend per due persone in uno dei Borghi più belli d'Italia. Eventi per la notte delle stelle cadenti - Ogni borgo organizzerà per la serata del 10 agosto iniziative ad hoc ed eventi per far scoprire tutta la bellezza del luogo e assaporare prodotti e specialità della tradizione. Musica, teatro, visite guidate, degustazioni e, nella Notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti, tante iniziative per osservare il cielo. Per maggiori informazioni: www.borghipiubelliditalia.it