Il Canada batte gli Stati Uniti, 3-2, vincendo la medaglia d’oro nell’hockey femminile

Durante i Giochi di Pechino, la spavalderia incontrollata della squadra di hockey femminile canadese era stata ben visibile a tutti da vedere e da ammirare, furiosa e temuta.

C’erano le umiliazioni delle squadre che avrebbero giocato per la medaglia di bronzo, gli scavi taglienti contro i rivali, le critiche sfumate alle strategie fallite per sfidare Ann-Renée Desbiens, il portiere che ha fatto della piega canadese una fortezza.

Giovedì i canadesi hanno dimostrato che tutto era giustificato: hanno sopraffatto gli Stati Uniti nel gioco della medaglia d’oro, 3-2, e hanno rivendicato la corona olimpica che gli americani avevano sorprendentemente guadagnato quattro anni fa.

È stata un’esibizione del gioco forte e brulicante del Canada, mescolato con alcune dosi di fortuna e una spinta angosciata e furiosa che è iniziata con una sconfitta olimpica nel 2018 e poi si è gonfiata per un quadriennio.

Il risultato fu quasi sterlina, e uno che i canadesi avevano previsto in punta di piedi. Per loro, una medaglia d’oro riguardava meno la redenzione e più semplicemente il raggiungimento di uno standard incessantemente elevato.

Il Canada sembrava andare a segno a circa sette minuti dall’inizio della partita, quando il portiere americano Alex Cavallini devia un disco e vede Natalie Spooner spazzare dentro con un potente tiro che supera la linea di porta. Gli Stati Uniti, tuttavia, hanno sostenuto che il Canada era stato in fuorigioco, una valutazione che i funzionari hanno sostenuto dopo una sfida da parte degli americani.

È stata una tregua che ha mantenuto il gioco senza reti per soli 35 secondi in più, quando, dopo che il Canada ha vinto un face-off, Sarah Nurse ha preso un passaggio da Claire Thompson, si è girata e ha segnato, il disco tintinnare sul lato destro della rete.

Il Canada ha aggiunto il suo secondo gol più avanti nel periodo, quando Marie-Philip Poulin, il capitano canadese che stava giocando alla sua quarta partita e quasi incontrastata in quel momento dagli americani, ha pattinato vicino al bordo della porta della panchina degli Stati Uniti e ha montato un tiro che ha guadagnato portanza e velocità e poi è balzato in rete. Il Canada ha preso il suo 2-0 nell’intervallo.

Poulin ha alimentato la crescente disperazione americana a metà del secondo, quando ha segnato dopo che un altro tiro era rimbalzato su Cavallini.

Hilary Knight ha segnato un gol a corto raggio per gli Stati Uniti alla fine del secondo, quando ha afferrato un disco deviato e lo ha lanciato in rete, promettendo che gli americani avrebbero almeno evitato l’umiliazione di una performance senza reti quando una medaglia d’oro era per la presa.

Anche se gli Stati Uniti hanno aggiunto un gol power-play con circa 13 secondi da giocare nel terzo, nessuno dei due punteggi si sarebbe dimostrato abbastanza vicino.

Durante i Giochi di Pechino, la spavalderia incontrollata della squadra di hockey femminile canadese era stata ben visibile a tutti da vedere e da ammirare, furiosa e temuta.

C’erano le umiliazioni delle squadre che avrebbero giocato per la medaglia di bronzo, gli scavi taglienti contro i rivali, le critiche sfumate alle strategie fallite per sfidare Ann-Renée Desbiens, il portiere che ha fatto della piega canadese una fortezza.

Giovedì i canadesi hanno dimostrato che tutto era giustificato: hanno sopraffatto gli Stati Uniti nel gioco della medaglia d’oro, 3-2, e hanno rivendicato la corona olimpica che gli americani avevano sorprendentemente guadagnato quattro anni fa.

È stata un’esibizione del gioco forte e brulicante del Canada, mescolato con alcune dosi di fortuna e una spinta angosciata e furiosa che è iniziata con una sconfitta olimpica nel 2018 e poi si è gonfiata per un quadriennio.

Il risultato fu quasi sterlina, e uno che i canadesi avevano previsto in punta di piedi. Per loro, una medaglia d’oro riguardava meno la redenzione e più semplicemente il raggiungimento di uno standard incessantemente elevato.

Il Canada sembrava andare a segno a circa sette minuti dall’inizio della partita, quando il portiere americano Alex Cavallini devia un disco e vede Natalie Spooner spazzare dentro con un potente tiro che supera la linea di porta. Gli Stati Uniti, tuttavia, hanno sostenuto che il Canada era stato in fuorigioco, una valutazione che i funzionari hanno sostenuto dopo una sfida da parte degli americani.

È stata una tregua che ha mantenuto il gioco senza reti per soli 35 secondi in più, quando, dopo che il Canada ha vinto un face-off, Sarah Nurse ha preso un passaggio da Claire Thompson, si è girata e ha segnato, il disco tintinnare sul lato destro della rete.

Il Canada ha aggiunto il suo secondo gol più avanti nel periodo, quando Marie-Philip Poulin, il capitano canadese che stava giocando alla sua quarta partita e quasi incontrastata in quel momento dagli americani, ha pattinato vicino al bordo della porta della panchina degli Stati Uniti e ha montato un tiro che ha guadagnato portanza e velocità e poi è balzato in rete. Il Canada ha preso il suo 2-0 nell’intervallo.

Poulin ha alimentato la crescente disperazione americana a metà del secondo, quando ha segnato dopo che un altro tiro era rimbalzato su Cavallini.

Hilary Knight ha segnato un gol a corto raggio per gli Stati Uniti alla fine del secondo, quando ha afferrato un disco deviato e lo ha lanciato in rete, promettendo che gli americani avrebbero almeno evitato l’umiliazione di una performance senza reti quando una medaglia d’oro era per la presa.

Anche se gli Stati Uniti hanno aggiunto un gol power-play con circa 13 secondi da giocare nel terzo, nessuno dei due punteggi si sarebbe dimostrato abbastanza vicino.

More from author

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Advertismentspot_img

Ultimi Post

In Emilia Romagna ritorna La Notte Celeste

In Emilia Romagna ritorna La Notte Celeste

Emilia Romagna, terra dello star bene: torna La Notte Celeste

In Emilia Romagna si festeggerà per tre giorni consecutivi in 12 borghi e in 14 centri termali, da Salsomaggiore (Pr) a Riccione (Rn) con decine di appuntamenti fra spettacoli, cabaret, musica, picnic e degustazioni, escursioni a piedi e in bici in natura, e le immancabili aperture straordinarie fino a tarda sera degli stabilimenti termali, per dilettarsi di trattamenti benessere e delle piscine termali nelle magiche notti estive. I luoghi - La Notte Celeste dell'Emilia-Romagna - arrivata alla 10a edizione - ritorna a illuminare località e centri termali, per regalare alle famiglie e ai giovani uno spensierato week end di relax, divertimento e benessere. Perché l'Emilia Romagna è la terra dello star bene - come recita il claim - con i suoi centri termali, i paesaggi collinari, i caratteristici borghi medievali, la buona tavola e le ampie e attrezzate spiagge della Riviera. I borghi storici e i centri termali che accoglieranno gli ospiti con varie iniziative dedicate alla salute psico-fisica, allo svago, alla bellezza e alla leggerezza sono: Salsomaggiore Terme (Pr), con le Terme di Salsomaggiore e di Tabiano, Monticelli Terme e il suo centro termale (Pr), Sassuolo (Mo) e le Terme della Salvarola, Monterenzio e le Terme dell'Agriturismo, Porretta Terme e il suo parco termale (Bo), Castel San Pietro Terme e le sue terme (Bo), Castrocaro Terme e il suo centro termale (FC), Bertinoro e il Grand Hotel Terme della Fratta Allegroitalia (FC), Bagno di Romagna, con il Ròseo Euroterme Wellness Resort e le Terme Santa Agnese (FC), Riolo Terme e le sue terme (Ra), Riminiterme e Riccione Terme (Rn). Salsomaggiore e Monticelli - Tra i tanti appuntamenti ricordiamo quello che si terrà a Salsomaggiore domenica sera 28 agosto sul palco della Pinko Arena di Parco Mazzini del caratteristico borgo di Salsomaggiore si esibirà Arisa, con il suo “Arisa Little Summer Tour”.  Le Terme di Tabiano offrono nel weekend una serie di trattamenti rinfrescanti, con ingresso alla piscina termalizzata nel centro benessere T-Spatium, mentre le Terme di Salsomaggiore propongono trattamenti termali rigeneranti e rinfrescanti. Il giorno prima, nella splendida cornice del parco secolare delle Terme di Monticelli (Pr), sabato 27 ci sarà una sera speciale: l'apertura in notturna della piscina termale, della galleria Matisse con le saune del terrazzo estivo con vasca idromassaggio esterna, il ogni arricchito da un apericena sotto le stelle con open bar. Per tutte le informazioni: www.lanotteceleste.it  

Ammirare le stelle cadenti nel Borgo dei Desideri

L'appuntamento da segnare in agenda è per il 10 agosto 2022. Dove? Nel luogo più magico - il pozzo, la fontana o un giardino - di uno dei borghi dell'associazione che avrete scelto per trascorrere la serata più suggestiva dell'estate. Dal tramonto all'alba - Sono questi i presupposti da cui nasce l'evento dell'estate dei Borghi più belli d'Italia, il “Borgo dei Desideri”, giunto quest'anno alla sua 3^ edizione: accogliere i visitatori nei meravigliosi borghi dell'Italia nascosta, la sera del 10 agosto, dal tramonto all'alba, e affidare a questi luoghi pieni di suggestione, fascino e atmosfera i propri desideri, scrivendoli e lasciandoli nei luoghi più magici che essi custodiscono: un pozzo, una fontana, un ponte o un giardino segreto. Il magazzino dei desideri - Dopo il successo della scorsa edizione, durante la quale sono stati migliaia i desideri espressi e depositati nei borghi, quest'anno si è pensato di proporre un tema - parecchio nuovo e sentito - sul quale esprimere il proprio desiderio, ossia “garanzia ambientale e preservare il pianeta dai cambiamenti climatici”. Tutti i desideri che saranno lasciati nel luogo identificato da ogni borgo saranno poi raccolti dal Comune, che dovrà nominare una giuria incaricata di selezionarne uno che concorrerà alla selezione finale. Una commissione nazionale voterà poi i primi tre desideri pervenuti da tutt'Italia, i cui autori saranno premiati con uno Smartbox per un weekend per due persone in uno dei Borghi più belli d'Italia. Eventi per la notte delle stelle cadenti - Ogni borgo organizzerà per la serata del 10 agosto iniziative ad hoc ed eventi per far scoprire tutta la bellezza del luogo e assaporare prodotti e specialità della tradizione. Musica, teatro, visite guidate, degustazioni e, nella Notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti, tante iniziative per osservare il cielo. Per maggiori informazioni: www.borghipiubelliditalia.it