Opinione | La libertà è una cattiva difesa per comportamenti brutti

La frenesia delle brutte libertà nella politica antidemocratica minaccia di impossessarsi completamente del significato della libertà, imbrigliandola unicamente a progetti di esclusione, privilegio e danno.

Tuttavia, oggi possiamo anche vedere vivaci movimenti politici e leggi che rivendicano la libertà come un diritto per tutti. Queste libertà espandono le capacità degli americani sia di vivere una vita fiorente che di partecipare agli affari pubblici.

Questa libertà inclusiva si concretizza talvolta negli atti legislativi. Il Freedom to Vote Act e il John Lewis Voting Rights Advancement Act avrebbero promosso proprio questo tipo di libertà. I progetti di legge miravano ambiziosamente ad aumentare l’accesso al voto rendendo il giorno delle elezioni una festa federale (liberando così i lavoratori per andare alle urne), migliorando il voto per posta, aumentando la trasparenza nel finanziamento della campagna e ampliando le protezioni per gli elettori di minoranza. Rendendo più facile il voto per tutti gli americani, ha promosso una forma di libertà che espande piuttosto che contrae la democrazia, poiché insiste sul fatto che la libertà significa che tutti gli americani devono avere lo stesso potere di plasmare i sistemi di governo.

Eppure la legislazione è stata bloccata dai repubblicani il mese scorso. Alcuni di quegli stessi repubblicani sostengono attivamente le leggi sulla soppressione degli elettori nei loro stati d’origine che consentono l’interferenza dei partigiani nelle elezioni e impongono oneri agli elettori poveri e delle minoranze.

A gennaio, il New Jersey ha avuto più successo nella rivendicazione della libertà con l’approvazione del Freedom of Reproductive Choice Act. Questa legge garantisce ampiamente che le donne mantengano il controllo sulla riproduzione e sulla gravidanza, garantendo questa libertà prima che possa essere persa a livello federale quando la Corte Suprema si pronuncia quest’anno in Dobbs v. Jackson’s Women’s Health Organization. L’atto attinge al linguaggio della libertà per garantire la capacità delle donne di prendere decisioni in merito al controllo delle nascite, all’aborto e alla gravidanza, promuovendo una forma di libertà in cui le persone determinano il proprio futuro per quanto riguarda la gravidanza. (Purtroppo il disegno di legge, nella sua versione finale, non ha rimosso le barriere di costo per l’aborto, rendendo così più difficile per le donne a basso reddito raggiungere quella libertà.)

A dire il vero, gli sforzi per contrastare le brutte libertà non si limitano alle azioni legislative. Includono sforzi di sindacalizzazione che combattono per la libertà sul posto di lavoro. E si estendono a solidi movimenti sociali che si organizzano per le libertà dei neri, dei transgender e della disabilità. Questi movimenti articolano un linguaggio democratico di libertà che sfida le strutture di privilegio che consentono ad alcuni americani un potere indebito su altri ed espandono l’accesso dei cittadini al potere di governo.

Le brutte libertà nella politica americana oggi giustificano sempre più il governo delle minoranze, il pregiudizio e il governo antidemocratico. Se non respingiamo la loro crescente popolarità, avremo ceduto ciò che la libertà significa a coloro che sostengono il governo monopolistico e favorito la caduta del paese verso l’autoritarismo. Creare e sostenere alternative democratiche alla brutta libertà, sia nelle legislature che nelle strade, è un compito urgente per tutti coloro che apprezzano l’uguaglianza, la salute della comunità e il potere condiviso per costruire una società libera che valorizzi veramente tutti i suoi membri.

Elisabeth Anker (@LibAnkerDC) è una professoressa di studi americani alla George Washington University, autrice di “Ugly Freedoms” e co-editore della rivista Theory & Event.

La frenesia delle brutte libertà nella politica antidemocratica minaccia di impossessarsi completamente del significato della libertà, imbrigliandola unicamente a progetti di esclusione, privilegio e danno.

Tuttavia, oggi possiamo anche vedere vivaci movimenti politici e leggi che rivendicano la libertà come un diritto per tutti. Queste libertà espandono le capacità degli americani sia di vivere una vita fiorente che di partecipare agli affari pubblici.

Questa libertà inclusiva si concretizza talvolta negli atti legislativi. Il Freedom to Vote Act e il John Lewis Voting Rights Advancement Act avrebbero promosso proprio questo tipo di libertà. I progetti di legge miravano ambiziosamente ad aumentare l’accesso al voto rendendo il giorno delle elezioni una festa federale (liberando così i lavoratori per andare alle urne), migliorando il voto per posta, aumentando la trasparenza nel finanziamento della campagna e ampliando le protezioni per gli elettori di minoranza. Rendendo più facile il voto per tutti gli americani, ha promosso una forma di libertà che espande piuttosto che contrae la democrazia, poiché insiste sul fatto che la libertà significa che tutti gli americani devono avere lo stesso potere di plasmare i sistemi di governo.

Eppure la legislazione è stata bloccata dai repubblicani il mese scorso. Alcuni di quegli stessi repubblicani sostengono attivamente le leggi sulla soppressione degli elettori nei loro stati d’origine che consentono l’interferenza dei partigiani nelle elezioni e impongono oneri agli elettori poveri e delle minoranze.

A gennaio, il New Jersey ha avuto più successo nella rivendicazione della libertà con l’approvazione del Freedom of Reproductive Choice Act. Questa legge garantisce ampiamente che le donne mantengano il controllo sulla riproduzione e sulla gravidanza, garantendo questa libertà prima che possa essere persa a livello federale quando la Corte Suprema si pronuncia quest’anno in Dobbs v. Jackson’s Women’s Health Organization. L’atto attinge al linguaggio della libertà per garantire la capacità delle donne di prendere decisioni in merito al controllo delle nascite, all’aborto e alla gravidanza, promuovendo una forma di libertà in cui le persone determinano il proprio futuro per quanto riguarda la gravidanza. (Purtroppo il disegno di legge, nella sua versione finale, non ha rimosso le barriere di costo per l’aborto, rendendo così più difficile per le donne a basso reddito raggiungere quella libertà.)

A dire il vero, gli sforzi per contrastare le brutte libertà non si limitano alle azioni legislative. Includono sforzi di sindacalizzazione che combattono per la libertà sul posto di lavoro. E si estendono a solidi movimenti sociali che si organizzano per le libertà dei neri, dei transgender e della disabilità. Questi movimenti articolano un linguaggio democratico di libertà che sfida le strutture di privilegio che consentono ad alcuni americani un potere indebito su altri ed espandono l’accesso dei cittadini al potere di governo.

Le brutte libertà nella politica americana oggi giustificano sempre più il governo delle minoranze, il pregiudizio e il governo antidemocratico. Se non respingiamo la loro crescente popolarità, avremo ceduto ciò che la libertà significa a coloro che sostengono il governo monopolistico e favorito la caduta del paese verso l’autoritarismo. Creare e sostenere alternative democratiche alla brutta libertà, sia nelle legislature che nelle strade, è un compito urgente per tutti coloro che apprezzano l’uguaglianza, la salute della comunità e il potere condiviso per costruire una società libera che valorizzi veramente tutti i suoi membri.

Elisabeth Anker (@LibAnkerDC) è una professoressa di studi americani alla George Washington University, autrice di “Ugly Freedoms” e co-editore della rivista Theory & Event.

More from author

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Advertismentspot_img

Ultimi Post

Britain’s Boris Johnson battles to stay as PM amid revolt

A defiant British Prime Minister Boris Johnson is battling to remain in office, shrugging off calls for his resignation after three Cabinet ministers and a slew of junior officials said they could no longer serve under his scandal-plagued leadership

Russia pounds rebel-claimed region, Ukraine pushes back

Russia has redoubled its push for Ukraine’s eastern Donbas region, with the Ukrainian military claiming to have repelled some advances

Police haul off big cats, other animals after sanctuary raid

Authorities durante Mexico City have begun haulduranteg away 177 lions, tigers, jaguars and other exotic big cats that were found at an animal rescue center durante the mountadurantes on the city's south side